Sedie ufficio design

Design sedia da ufficio

Una buona seduta da lavoro favorisce la concentrazione

Il mondo del lavoro, così come ogni altra attività umana, è soggetto a subire cicliche trasformazioni. Così oggi l’idea dell’ufficio visto come locale arido e privo di personalità sta cedendo il posto ad una visione diametralmente opposta; del resto, recenti studi hanno dimostrato che un ambiente caldo ed accogliente, capace di mettere il lavoratore a proprio agio, ne stimola la creatività, aumenta la concentrazione e favorisce il raggiungimento di obiettivi aziendali sempre più impegnativi. La nuova visione dell’ufficio prevede l’arredamento di stanze luminose, con uno stile accuratamente selezionato dagli architetti e dai designer e, soprattutto, niente affatto dozzinale.

Il design delle sedie da ufficio

Molteplici sono i modelli che le aziende specializzate propongono a chi desidera arredare l’ufficio con un tocco di originalità e di stile: l’ampio catalogo di Gierre Sedute, azienda leader nel settore, ne è un chiaro esempio. Tali sedute sono capaci di compendiare, in un connubio ben riuscito, la funzionalità di una poltrona da lavoro o dirigenziale con disegni avveniristici e stravaganti, di grande impatto visivo, adatte ad un arredamento moderno o ultramoderno; le forme diventano leggere, a volte solo accennate o, al contrario, ostentate esageratamente, per creare contesti lavorativi che non passano certamente inosservati.

I nuovi trend di design

La scelta di una sedia per ufficio, oltre ad essere dettata dal gusto estetico, deve anche essere rispondente al tipo di lavoro da svolgere e, naturalmente, risultare su misura per l’utilizzatore finale. Ma perché non stimolarne la fantasia? L’abbinamento ardito di materiali diversi, come il metallo cromato o le materie plastiche e il legno o fibre naturali come la iuta, evoca la volontà di spingersi oltre il convenzionale per approdare a frontiere sconosciute. In questo discorso si integra bene un sapiente utilizzo dei vari accostamenti cromatici, utilizzati magari per evidenziare differenti volumi che si integrano perfettamente nella sedia. La sedia in ufficio, dunque, non assolve solo ad una funzione pratica, ma può diventare oggetto di design ricercato ed inconfondibile.

Seduta visitatore operativa

Seduta operativa per visitatore

Importanza della seduta visitatore in una postazione operativa

Presenza necessaria in una postazione di front office, alla poltrona riservata al visitatore è deputato il difficile compito di trasmettere esperienzialmente i valori su cui si fonda l’identità aziendale. Non è sufficiente, infatti, una qualunque seduta per far accomodare il cliente; al contrario, nel breve tempo in cui il visitatore sarà seduto sulla poltrona, bisognerà conquistarne la fiducia e l’apprezzamento. La sedia, regina dell’arredamento dell’ufficio, diventa il valore aggiunto che, a parità della qualità di un servizio, potrebbe contribuire a catalizzare l’attenzione del cliente. Occorre, soprattutto in una postazione operativa, scegliere con cura la propria seduta ideale tra i tanti modelli proposti sul mercato.

Come scegliere la seduta visitatore giusta per il proprio ufficio?

I canoni utili per orientarsi tra le numerose proposte risiedono in larga parte nelle caratteristiche dell’ufficio e del lavoro che vi si svolge, nello stile d’arredamento adottato, nel gusto estetico, nel budget a disposizione. Dalle dimensioni della scrivania da lavoro, ad esempio, si potrà dedurre se associare due sedute per i visitatori o solo una poltrona; allo stesso modo si potrà optare per forme e colori che possano essere confacenti allo stile dell’ambiente, al fine di valorizzarne l’accostamento. A tal proposito occorre ricordare che le sedute per i clienti dovrebbero essere esteticamente accostabile alla poltrona operativa del lavoratore.

Un occhio all’estetica

L’eleganza e il confort di una seduta operativa progettata per il visitatore sono i capisaldi di qualsiasi modello: braccioli regolabili, seduta orientabile ed imbottiture aumentano la sensazione di benessere e permettono di personalizzare la poltroncina in base alla statura dell’ospite. Naturalmente sarà importante scegliere il rivestimento più adatto. E non ci si riferisce solo al colore, le cui tonalità più gettonate sono variano tra nero, grigio, blu o rosso: il tessuto, infatti, dovrà offrire una buona resistenza all’usura ed essere, soprattutto, facilmente lavabile per offrire una buona longevità alla sedia del visitatore.

Sedute per sedie in legno

Sedute per sedie in legno

Sedie: funzionalità e tendenza

A volte giova ricordare che l’arredamento di una abitazione o di uno spazio aziendale non è solo una mera questione di stile tesa ad arricchire l’immobile, ma è prima di tutto una risposta ad un preciso, essenziale bisogno: ogni attività umana necessita di una base d’appoggio, di un luogo dove sedersi, di mensole e scaffalature. Con il passar del tempo e il miglioramento delle condizioni di vita, influenzati dagli usi e dai costumi locali, i mobili, pur assolvendo il compito originario, si sono trasformati in oggetti di design, impiegando i più diversi materiali ed assumendo forme ricercatissime: è la magia dell’arte, della quale l’uomo è impregnato.

Sedie in legno: robustezza ed eleganza

La commistione di plastica, metallo, vetro non ha tuttavia denaturato il fatto che esistono delle precise corrispondenze tra gli ambienti, gli utilizzi e i materiali. Come le poltroncine rivestite in pelle, ad esempio, sono peculiari di uffici dirigenziali, allo stesso modo le sedie in legno sono molto utilizzate in ambienti domestici, come le cucine o i soggiorni, o in sedute di attesa o per sale conferenze. Tale impiego è giustificato dal fatto che il legno offre una resistenza maggiore, assicura longevità alla sedia e ne permette una facile pulizia.

Varie tipologie di sedute per le sedie in legno

La qualità del legno impiegato per la seduta è, soprattutto nei modelli nei quali essa è visibile, generalmente la stessa del resto della struttura: faggio, castagno e noce, con le rispettive gradazioni cromatiche, sono le più apprezzate. Ma costituirebbe una omissione non ricordare che, montata su una sedia di legno, è facile trovare una seduta differente. Nelle sedie da lettura o da salotto, soprattutto se ispirate a motivi classici, non è raro imbattersi in sedute imbottite e rivestite in stoffa, così come in altri modelli spiccano le fini intelaiature realizzate con la pregiata paglia di Vienna, che rendono il prodotto elegante e leggero.

Tessuto per rivestimenti

Tessuto per rivestimenti sedie

L’importanza del rivestimento in una seduta

Nell’acquisto di una poltrona, la scelta del rivestimento è importante esattamente quanto quella relativa al modello: il colore, il materiale, la trama, tutto concorre a rendere la poltrona il perfetto elemento di arredo e di design che si cercava. Non porre attenzione alla texture, ad esempio, potrebbe avere la conseguenza di appesantire visivamente la sedia o, al contrario, di non valorizzarla completamente. D’altro canto, l’acquisto di un rivestimento si rende necessario nei casi in cui si voglia restaurare una sedia esistente o darle una nuova personalità. Esiste sul mercato una grande quantità di rivestimenti per poltroncine. Ma come e seguendo quali parametri ci si può orientare?

Come scegliere tra le tante proposte

I capisaldi per effettuare una buona scelta sono essenzialmente tre. Si dovrà tenere conto, anzitutto, del design della poltrona e dello stile dell’arredamento nel quale sarà inserita: per una sedia antica, magari di metà Ottocento, potrebbe essere indicata una stoffa rigata, con una fantasia floreale; analogamente, ad una seduta particolarmente pregevole si potrebbe accostare una seta. Il secondo parametro è dato dal tipo di utilizzo: una sedia da conferenza, ad esempio, dovrà necessariamente avere un rivestimento molto resistente ed una trama più fitta. Entrambi i fattori, comunque, dovranno armonizzarsi con il proprio, personale gusto estetico.

Tessuto per rivestimenti: dal cotone alle fibre sintetiche

Le tipologie di tessuto per rivestire le poltroncine sono le più varie: dalle fibre naturali, come cotone, velluto o lino, ai rasi, dalla microfibra all’ecopelle, sono molteplici i rivestimenti a disposizione del cliente, largamente personalizzabili perché disponibili in molti colori, dai più accesi a tonalità più tenue. Per sedute aziendali o per sedie per ristoranti o bar, potrebbero essere indicati tessuti idrorepellenti o antimacchia, così come rivestimenti ignifughi per soddisfare i requisiti antiincendio stabiliti dalla normativa vigente. Di notevole impatto visivo è, ad esempio, la collezione “Fenice – A” di Gierre Sedute, con tonalità cromatiche molto interessanti.

Sedie per sala conferenze

Sedia per sala conferenze

Come organizzare una conferenza di successo

Il successo o il fallimento di una convention risiede nel concorrere di una molteplicità di fattori: oltre, infatti, all’argomento trattato e al rispetto di un programma che riesca a coinvolgere anche il pubblico presente, è fondamentale permettere agli spettatori di vedere e sentire in modo ottimale ciò che accade sul palco, organizzare gli spazi della sala perché si possa essere non troppo distanti e ci si possa muovere senza disturbare gli altri astanti. Ma ciò non può essere sufficiente: far accomodare il pubblico in sedute comode e rilassanti, dalle quali agevolmente ascoltare e prendere appunti, è conditio sine qua non per rivolgersi ad un uditorio attento e concentrato.

Sicurezza, resistenti e comodità delle sedie per una sala conferenze

Le sedie progettate per le sale conferenze rispondono alle esigenze degli organizzatori e del pubblico. Stabili e resistenti, studiate per sopportare vari carichi e l’uso da parte di persone sempre diverse, sono sedute capaci di garantire un ottimo livello di sicurezza: in materia antiincendio, inoltre, esistono modelli ignifughi che devono possedere adeguata certificazione di reazione al fuoco, secondo le normative vigenti. Ciò, naturalmente, senza sacrificare confort e gusto estetico: l’organizzazione della sala, infatti, presenta l’evento prima ancora che esso vi si svolga e le sedie rivestono un ruolo determinante.

I modelli di sedie conferenze proposte da Gierre Sedute

Per soddisfare le più varie richieste ed esigenze, Gierre Sedute propone ai propri clienti una vasta scelta di sedie da conferenza: dai modelli più ricercati nelle forme e nei materiali, a sedute più semplici ma molto performanti e progettate appositamente per essere sovrapponibili, facilitandone la rimozione e lo stoccaggio. Nella prima categoria spicca sicuramente la collezione “Creta”: il mirabile connubio di materiali diversi conferiscono un aspetto molto particolare a questa sedia, che può montare eventualmente braccioli e tavoletta scrittoio a ribaltina. Anche i colori sono personalizzabili, per rendere il locale del meeting il più gradevole e funzionale possibile.

Sedie per ristoranti

Sedie per ristoranti

Cosa deve offrire un ristorante?

Paradossalmente, prima ancora del cibo, chi si reca a mangiare in un ristorante è alla ricerca di altro: che si tratti, infatti, di una famiglia, di un lavoratore in pausa pranzo o di un gruppo di amici, il ristorante è il luogo del relax per antonomasia, l’ambiente nel quale si soddisfa un bisogno primario, quale la necessità di alimentarsi, ma senza alcuno sforzo. Di conseguenza, utilizzando una analogia cinematografica, se il cibo dovrà rivestire certamente il ruolo del protagonista, un ambiente pulito, funzionale ed arredato con valente gusto estetico, così come il servizio e la cortesia del personale in sala, saranno gli attori non protagonisti, indispensabili per una orchestrazione perfetta.

Nelle sedie per ristoranti, il confort è la priorità

Offrire alla clientela una esperienza di benessere è conditio sine qua non perché il ristorante abbia successo. E in tale visione, le sedie assolvono ad una duplice funzione: se da un lato, infatti, conferiscono ordine, stile e colore alla sala, dall’altro è indispensabile che si adattino perfettamente alle caratteristiche corporee di utilizzatori sempre diversi, in modo da risultare molto comode. Del resto, la cucina proposta dal ristoratore potrà essere apprezzata solo se il cliente sarà messo in condizione di concentrarsi su di essa, senza dover essere infastidito da una sedia scomoda.

Modelli di sedie per ristoranti

Il ristorante è un connubio di luci, suoni, profumi e alle sedie è fatto compito di dare personalità e stile alla sala. La scelta dei materiali e dei dettagli è, in tal senso, fondamentale: sedia in legno, soprattutto se associata ad una seduta impagliata, ad esempio, richiamerà l’idea di un ambiente rustico e familiare; al contrario, il metallo verniciato sarà più indicato per il comparto della ristorazione veloce. Caratteristiche comuni alle sedie per ristoranti sono comunque la robustezza, la longevità, ma anche la facilità di pulizia: per i modelli imbottiti, potrebbero essere consigliati tessuti antimacchia e rivestimenti sfoderabili.

Sedie per hotel

Sedie per hotel

La bellezza: il miglior biglietto da visita per un hotel

Chiunque abbia fatto almeno una volta l’esperienza di entrare in un albergo, sa bene il ruolo che in simili ambienti gioca il gusto estetico. Oltre, infatti, alla qualità del servizio offerto e alla vicinanza a terminal di mezzi e a luoghi d’interesse artistico, il successo di un hotel risiede nella sua eleganza, che spesso si compone di piccoli dettagli sapientemente composti, quasi fosse un mosaico: valorizzare alcuni particolari architettonici o strutturali dell’immobile, l’uso accuratamente progettato dalla luce, un arredamento elegante e ricercato, una organizzazione efficace degli spazi a disposizione sono fattori che costituiscono, nel loro insieme, il miglior biglietto da visita per la struttura recettiva.

Come abbinare le sedie per ogni diverso ambiente dell’hotel?

Un hotel si compone di diversi spazi: hall e stanze di uso comune, camere degli ospiti, sale meeting e ambienti dedicati alla ristorazione. Mantenere una organicità nell’arredamento, pur con le dovute differenziazioni per i vari contesti, è possibile ricorrendo a sedie che possano richiamarsi vicendevolmente. Nella maggior parte dei casi, infatti, per integrare sedute con stili e forme diverse, è sufficiente che esse abbiano un dettaglio in comune, come ad esempio una stessa tonalità cromatica; in tal modo, l’albergo proporrà alla clientela uno stile omogeneo e un impatto visivo gradevole in tutti i contesti, dalle camere agli spazi outdoor.

Alcune proposte di sedie per hotel

Le sedie da hotel si caratterizzano, oltre che per l’eleganza e la ricercatezza delle forme, anche per le dimensioni: ai fini della ottimizzazione dello spazio, infatti, è fondamentale che siano di minimo ingombro, senza che tuttavia questo ne pregiudichi la comodità. Robuste e capaci di mantenere una buona longevità, esistono anche modelli con rivestimenti antimacchia o ignifughi. I modelli più largamente utilizzati sono quelli con seduta e schienale imbottito, ma la scelta dipende in larga misura dallo stile dell’hotel; di particolare eleganza sono comunque le sedie in legno e paglia di Vienna, dal gusto un po’ vintage.

Sedie per bar esterno

Sedie da esterno bar

Come arredare gli spazi outdoor di un bar?

Non è raro che bar ed attività che si occupano di ristorazione veloce offrano alla clientela la possibilità di consumare i propri prodotti all’esterno, in spazi adiacenti all’esercizio commerciale; al contrario, ciò si verifica sempre più spesso, in ogni stagione. Se fino a qualche tempo fa, infatti, allestire dei tavoli all’esterno era caratteristica delle calde giornate estive, sempre più imprenditori investono nella fruizione dell’outdoor anche in inverno, grazie a tende e strutture riscaldate. L’arredamento di tali ambienti dovrà essere molto semplice, con sedute e tavoli facilmente rimuovibili, ma allo stesso tempo risultare confortevole e ben curato, magari con l’aggiunta di cuscini o semplici ornamenti.

Sedie da esterno: resistenza, facilità di pulizia, design semplice

Per prima cosa, si ritiene importante notare che l’esterno di un bar non è la naturale prosecuzione dell’indoor. Sedie e tavoli, allora, pur volendo mantenere la stessa immagine aziendale, dovranno adattarsi a un mutato contesto, con forme più semplici e meno ingombranti, facili da pulire e da rimuovere, ma anche che possano assicurare un veloce tempo di asciugatura nel caso di pioggia. Inoltre, proprio per l’ubicazione esterna, è importante che si ricorra a materiali resistenti all’azione del sole e della pioggia e che possano ben conservare il colore. La resistenza deve coniugarsi alla comodità, per non far rimpiangere al cliente la seduta posta all’interno del locale.

Come acquistare le sedie da esterno per un bar

Per soddisfare le caratteristiche analizzate, i modelli delle sedie per bar da esterno, seppur molto vari tra loro, hanno delle analogie comuni, la prima delle quali è la leggerezza e la capacità di poterle impilare, in modo da favorirne la rimozione e, soprattutto, lo stoccaggio in ambienti anche angusti. A tale scopo si impiegano materiali plastici come il polipropilene, ma anche l’alluminio: leggere e maneggevoli, tali sedute offrono anche la giusta sicurezza ed assicurano una valida longevità a mobili che sono indubbiamente sottoposti a uno stress maggiore rispetto agli analoghi indoor.

Sedie per alberghi

Sedie da albergo

Personalità e coerenza nell’arredamento dell’albergo

Uno dei principali problemi nella progettazione di un albergo è costituito dalla necessità di arredare in modo omogeneo diversi spazi, che vanno dalle camere degli ospiti agli angoli outdoor, ideando delle soluzioni che possano declinare una stessa identità aziendale. È un compito particolarmente arduo per i designer dal momento che, se da un lato occorre evidenziare la differenza dei contesti e delle destinazioni d’uso dei vari ambienti, dall’altro si devono trovare elementi comuni. Una possibile soluzione può essere fornita ricorrendo a sedute in grado di richiamarsi vicendevolmente: elemento di grande fascino visivo, le sedie sono in grado di arredare con stile ed eleganza.

Sedie per alberghi: a chi rivolgersi?

Al fine di valutare la comodità e l’affidabilità di una buona sedia, nulla è maggiormente credibile dell’esperienza diretta. Contattare le aziende specializzate nella realizzazione delle sedute diventa, pertanto, una ottima strada per la fornitura del proprio albergo: le numerose proposte del catalogo, insieme alla professionalità acquisita in anni di attività dai vari consulenti ed alla capacità di progettazione costituiscono importanti valori aggiunti per rendere fruttuoso ed ammortizzabile l’investimento. Tra le aziende italiane, si distingue in particolare Gierre Sedute: operante nel Veneto, offre alla propria clientela una vasta scelta di modelli, largamente personalizzabili in base alle esigenze estetiche e stilistiche della struttura ricettiva.

Resistenza e qualità delle sedie per alberghi

La condizione fondamentale per le sedie destinate agli alberghi, oltre al design, è la resistenza. I clienti che sfrutteranno le sedute dei vari ambienti della struttura saranno i più diversi, e non ci si riferisce solo al peso o alla corporatura: bambini, giovani, adulti ed anziani hanno abitudini e comportamenti differenti e la sedia sarà sottoposta a uno stress notevole. È indispensabile, al fine di non vanificare l’acquisto, preferire modelli robusti, con telai, componenti e rivestimenti costruiti con materiale di alta qualità.

Sedie direzionali da ufficio

Sedia direzionale da ufficio

Perché creare degli uffici direzionali?

All’interno di una qualunque associazione, l’organizzazione e la ripartizione dei compiti è fondamentale per il successo dell’attività; tanto più in una azienda, è fondamentale che siano ben distinti mansioni e contesti facenti capo ad uffici diversi. Ciò per almeno due buoni motivi. Da un lato, anzitutto, è bene ricordare che operazioni simili comportano bisogni analoghi: arredare gli spazi lavorativi per tipologia, di conseguenza, permette di rispondere alle necessità di movimento o di accesso alla modulistica tipiche di una postazione operativa. Il secondo aspetto inerisce ad una funzione di rappresentanza: uniformare i locali dell’azienda comporterebbe il rischio di renderla anonima agli occhi della clientela; al contrario, essere accolti dal manager in un salottino denota una maggiore articolazione e solidità dell’impresa.

Le sedie negli uffici direzionali

Tra le varie tipologie di sedie presenti in ufficio, non possono mancare quelle direzionali. Destinate, come lascia intendere il termine, ai manager e a chi lavora in una posizione aziendale importante, tali sedute si distinguono per il design particolarmente curato, ma anche per i rivestimenti. Le sedie direzionali sono foderate in pelle o ecopelle, hanno dimensioni più grandi per adattarsi meglio alle scrivanie e richiamano forme avvolgenti che possono variare da disegni e materiali avveniristici a linee più classiche, risultando efficaci con ogni stile di arredamento presente.

Le sedie direzionali da ufficio: la giusta risposta per i manager

Design molto curato, arricchito con braccioli e poggiatesta, ma anche meccanismi che possano offrire prestazioni elevate: sono questi i fattori denotanti le sedie direzionali da ufficio. Tali aspetti, tuttavia, non sono solo meri accorgimenti estetici, ma forniscono risposta ad una questione pratica: a differenza del lavoratore di una postazione operativa, i manager trascorrono seduti la maggior parte del tempo in ufficio ed è dunque necessario che la sedia possa risultare comoda ed adatta ad un uso prolungato. Gierre Sedute, azienda leader nel settore, forte di una consolidata esperienza, propone alla clientela una ricca collezione di sedie direzionali adatte a qualsivoglia contesto.

1 2 6