Le sedie da studio sono le operative ergonomiche utilizzate per lavorare o studiare seduti dietro una scrivania. Una postura corretta è bene assumerla sin da quando si è piccoli e s’incomincia a fare i compiti, anzi quello è il momento più delicato di un bambino in fase di sviluppo in cui ha bisogno di una seduta adeguata che permetta di mantenere la giusta posizione durante le ore di studio. È indispensabile quindi dotarsi anche in casa di una sedia ergonomica da lavoro per soddisfare le esigenze posturali dei bambini in crescita. 

Quali sono le tipologie di sedie da studio?

Le tipologie di sedie da studio sono quelle che rispettano tutte le caratteristiche di una seduta da lavoro, sì perché s’incomincia da piccoli a stare seduti dietro una scrivania prima come studenti e poi come lavoratori crescendo. La poltroncina operativa “Naos” è una sedia studio ideale per le lunghe ore davanti alla scrivania, dalla struttura in multistrato di faggio imbottito con poliuretano espanso indeformabile, con schienale alto o basso, secondo le esigenze che aderisce alla schiena e mantiene un contatto fisso, dotata anche di regolazione della seduta a gas con la base a cinque razze. La sedia per lo studio dei bambini e adolescenti deve necessariamente rispettare le norme di ergonomicità in un’età delicata, per lo sviluppo muscolo scheletrico bisognerebbe evitare le posture scorrette.

Le operative utilizzate come sedie studio

Le sedie da studio sono nella vasta gamma di proposte che offre Gierre Sedute, l’azienda che da oltre trent’anni si occupa di progettazione e produzione di sedie ergonomiche da lavoro, tutte conformi all’UNI EN 1335 che sancisce le caratteristiche di un’idonea seduta da ufficio. La sua storia parte dallo stabilimento di sant’Elena a Padova per una produzione tutta made in Italy, vanta inoltre più di 800 punti vendita dislocati su tutto il territorio nazionale di cui 100 è all’estero.