La panca d’attesa è una tipologia di seduta utilizzata per arredare le sale adibite ad accogliere le persone durante il periodo di attesa del proprio turno. Sono caratterizzate da più sedute una di fianco all’altra posizionate su una barra e solo alle due estremità ci sono le gambe. Questa disposizione delle sedie su panca permette di ottimizzare lo spazio all’interno della sala d’attesa creando più post per sedersi. Lo schienale e la seduta hanno una forma ergonomica per consentire un discreto confort alle persone che si siedono. I materiali utilizzati possono essere il ferro traforato per dare la massima traspirabilità alla seduta e consentire una pulizia completa della seduta che sarà facilmente lavabile.

Dove è possibile collocare correttamente la panca attesa

La panca d’attesa può essere posta negli studi medici o di professionisti come avvocati o commercialisti, oppure nei luoghi pubblici come le sale d’attesa degli ambulatori e degli uffici pubblici che offrono servizi ai cittadini come ad esempio l’Inps oppure negli uffici postali dove non è possibile prenotare, insomma in tutti i luoghi dove è necessario attendere il proprio turno, per diverso tempo, e senza appuntamento. Se le dimensioni dell’ambiente lo consentono, si può abbinare le panche d’attesa alle sedie d’attesa, richiedendo all’azienda produttrice un design uguale per entrambe le tipologie di sedute.

Panca per l’attesa o poltroncina?

Decidere se dotarsi di panca d’attesa oppure di sedie d’attesa non è una scelta semplice, occorre anzitutto capire che tipologia di clientela popolerà la sala d’attesa, per evincere il numero di possibili visitatori. Se l’ambiente richiede l’attesa di pochi individui, contemporaneamente, si può anche decidere di dotarsi di poltroncine d’attesa, se l’afflusso sarà importante, è preferibile decidere di ottimizzare lo spazio dotandosi di panche attesa abbinate a sedie per riempire tutti i punti utili della stanza.