Il lavoro nascosto nei laboratori

Ambienti di lavoro, la maggior parte delle volte nascosti ai più, i laboratori costituiscono il vero cuore pulsante nei processi produttivi di imprese artigiane, piccole unità lavorative attrezzate come vere e proprie officine di precisione nelle quali è fondamentale la concentrazione. I laboratori sono comuni a molti comparti merceologici o per la produzione di servizi: dalle pasticcerie agli orologiai, passando per la chimica, l’odontotecnica o a supporto del settore medico e sanitario. In tali fucine di idee, nelle quali l’esperienza e la competenza del professionista si rendono concreti, occorre che venga mantenuto un alto tasso di concentrazione, anche attraverso l’impiego di una seduta di qualità.

Mobilità e benessere: le poltroncine da laboratorio

Nonostante le diverse attività, tutti i laboratori hanno in comune la necessità di garantire una agevole mobilità, per accedere facilmente a stipetti e cassettiere, ma anche per alzarsi e compiere usuali, piccole azioni che si dovessero rendere indispensabili. Per fornire una adeguata risposta, le aziende specializzate propongono poltroncine da laboratorio capaci di assecondare i movimenti, accompagnando la sedia con un pistone a gas e permettendo di orientare la seduta; l’assenza di braccioli e lo schienale basso, inoltre, favoriscono la gestualità delle braccia e la reposizione della seduta, magari sotto il banco di lavoro.

La versatilità di una sedia da laboratorio

A metà strada tra uno sgabello ed una sedia operativa, alcune poltroncine da lavoro si contraddistinguono per la presenza di una imbottitura nella seduta, che le rende molto indicate per quei lavoratori che necessitano di star seduti per parecchie ore del giorno. Ma ciò non è necessariamente vero. Gierre Sedute, azienda leader nel settore con sede a Padova, forte della sua pluriennale esperienza, propone “Xelenia Faggio”, una poltroncina in legno facile da pulire ed estremamente versatile: dotata di meccanismi di personalizzazione, può montare braccioli opzionali e rotelle; il modello a telaio fisso, inoltre, permette di trasformare la sedia in un comodo inginocchiatoio.