Sinonimo di comfort e relax, la poltrona non è soltanto un elemento di arredo nel tinello di casa, la seduta dove ci si riposa dopo una giornata particolarmente faticosa: questa tipologia di sedia, infatti, è il perfetto connubio tra eleganza e comodità, tra deferenza ed accoglienza, tra importanza ed intimità. È su una poltrona, ad esempio, che si fa accomodare un ospite di riguardo, così come è su di essa che ci si regala qualche minuto di tranquillità passato a leggere un buon libro, a conversare o ad ascoltare la musica sorseggiando un po’ di vino; inoltre è anche simbolo del raccoglimento domestico: come non pensare ad un anziano seduto a raccontare le storie della propria famiglia?

Una nuova frontiera: le poltrone elettriche

La poltrona è sempre stata, negli anni, al centro di un costante processo di rinnovamento: data la sua grande importanza nell’economia affettiva della casa o nell’arredamento di uno studio professionale, ha subito piccoli ma importanti mutamenti atti a venire incontro alle più diverse esigenze. Oggi le poltrone elettriche hanno reinventato il riposo. Grazie ad uno o più motori, tali sedute offrono un maggiore relax, coniugando la comodità delle imbottiture a movimenti di massaggio muscolare o di regolazione dello schienale, a solo titolo esemplificativo. La varietà dei meccanismi delle poltrone elettriche è, infatti, molto grande.

Meccanismi e modelli di poltrone elettriche

Comode e studiate appositamente per chi è costretto a stare a lungo seduto, le poltrone elettriche devono anzitutto soddisfare i requisiti fissati dalle normative europee in termini di sicurezza, prima ancora di poter offrire la sensazione di pieno relax che ci si attende. Le aspettative non vanno assolutamente deluse, ed è possibile acquistare il prodotto che più è indicato a soddisfare le varie esigenze: dai modelli con l’alzata assistita a quelli con vibromassaggio, dalle poltrone reclinabili fino a diventare un letto a quelli con poggiapiedi e dotate di ruote, la scelta è molto ampia.