Le sedie fisse di plastica

Ideali per arredare un giardino o una terrazza, ma anche molto utilizzate da bar e fast-food per sistemare i propri tavolini all’esterno, le sedie di plastica sono una soluzione valida per chi necessiti di sedute leggere e facili da trasportare: economiche e resistenti, queste particolari sedute fisse, a volte disponibili con braccioli a mo’ di poltroncine, sono prevalentemente realizzate in poliuretano, polipropilene o nylon. Tali materiali plastici permettono alla sedia di essere modellata per risultare accogliente e comoda anche dopo un tempo di utilizzo medio o lungo permettendole, allo stesso tempo, di offrire una sempre apprezzata longevità.

Rivestire le sedie di plastica

Se da un lato la sedia di plastica ha insite ottime qualità ed è capace di adattarsi con facilità a contesti diversi, dall’outdoor alla sala conferenza, dall’altro è una seduta che, anche in virtù della sua economicità, non offre linee e dettagli di particolare design, trattandosi per lo più di modelli sempre molto semplici. Ciò non deve comunque scoraggiarne la scelta: con giusti accorgimenti e un po’ di fantasia, le sedie di plastica possono essere rivestite in modo anche molto gradevole. Tale soluzione si rende inoltre necessaria quando, soprattutto se usate all’esterno, le sedie iniziano a perdere lucentezza ed il colore sbiadisce.

Alcune idee creative

Per impreziosire le sedie di plastica occorre poco materiale ma una buona dose di creatività e qualche capacità con il fai da te. Se accostare dei cuscini colorati non sortisce l’effetto desiderato, si potrebbe ricorrere ad incastrare nastri, fili o sciarpe sia nella seduta che nella spalliera: molti modelli, infatti, hanno lo schienale a liste dal quale si può ricavare una bella intelaiatura. Un’altra idea di sicuro effetto consiste nell’applicazione di colla e carta da decoupage: il risultato sarà una sedia unica, di grande effetto estetico ma, soprattutto, realizzata in totale autonomia e secondo il proprio gusto.