Lo spazio disponibile: un annoso problema

Uno dei principali problemi comune a quasi tutte le attività commerciali o che comunque si rivolgono a tante persone è lo spazio: riuscire a massimizzarlo, organizzandolo in modo quanto più pratico sia possibile, chiaramente senza rinunziare all’attenzione per l’impatto estetico e il buon gusto, sembra essere una irrinunciabile priorità perché l’azienda funzioni in modo adeguato. Ma spesso, per la natura stessa dell’attività svolta, ad esempio nel caso di sale conferenze o sede di riunioni, è necessario avere delle sedute che possano essere rimosse velocemente dopo il loro utilizzo, onde poter lasciare il locale libero. Occorrono, dunque, sedie leggere, facili da trasportare e che, soprattutto, occupino poco spazio in sede di stoccaggio.

Sedute indicate per poco spazio

La risposta più efficace per coniugare comodità della seduta, facilità di rimozione e spazio occupato in deposito è costituita dalle sedie impilabili. Grazie ad alcuni accorgimenti ai quali le aziende produttrici dedicano molta attenzione in fase progettuale, infatti, esse offrono la possibilità di incastrarsi verticalmente l’una sull’altra in modo agevole, riducendo al minimo lo spazio di ingombro e permettendo la loro rimozione in tempi piuttosto rapidi: la pila di sedie così costituita può infine essere riposta in magazzino o spostata temporaneamente per pulire gli spazi generalmente occupati.

La risposta è data dalla sedia impilabile

Il segreto di una sedia impilabile risiede nel particolare design, appositamente studiato per permettere l’incastro verticale; ciò, tuttavia, senza sacrificare né la comodità, né l’impatto visivo che, a seconda dei modelli, può risultare anche molto elegante e ricercato. Che sia, allora, monoblocco o con una scocca di seduta, in metallo, in legno o in tessuto e fino a materiali plastici come il poliammide o il polipropilene espanso, la sedia impilabile coniuga resistenza, praticità e design, adattandosi ai più diversi contesti di utilizzo; d’altro canto, i modelli variano, oltre che per i materiali, anche per gli accessori, come ad esempio i braccioli. Insomma, le aziende offrono ampi spazio di personalizzazione, venendo incontro alle più varie esigenze.