Il cambiamento delle modalità di lavoro impone una risposta sempre più adeguata

Con la rivoluzione digitale di cui l’uomo contemporaneo è inevitabile protagonista, si sta assistendo ad un repentino cambio della concezione del lavoro: ciò che prima si faceva manualmente e che era appannaggio di più operatori, ora viene svolto da una sola persona seduta dietro ad una scrivania, con l’ausilio di un semplice computer. Tale trasformazione delle modalità di lavoro, se da un lato ha portato ad un alleggerimento fisico e ad una maggiore competitività delle aziende, dall’altro ha aumentato la sedentarietà, con la conseguenza di aver acuito i dolori muscolari dovuti ad una scorretta postura. Lavorare in una postazione che garantisca il benessere fisico dell’impiegato è, allora, fondamentale.

L’importanza di sedersi in modo corretto e comodo

Per postura corretta si intende la posizione che il corpo umano dovrebbe assumere per essere in condizioni ottimali di stabilità riducendo al minimo possibile lo sforzo muscolare. In estrema sintesi, allora, non basta sedersi, ma occorre essere seduti correttamente. E ciò vale sia per gli adulti che, a maggior ragione, per i giovani che potrebbero assumere posizioni errate, ad esempio, studiando. Le aziende specializzate, come Gierre Sedute, propongono molti modelli di sedie da studio, assolutamente ergonomiche e capaci di offrire un sostegno adeguato ad ogni parte del corpo, prevenendo i fastidiosi dolori al collo, alle spalle o alla schiena.

Tipologie di sedie da studio

Le sedie da studio sono appositamente progettate per evitare che chi le occupa, involontariamente, possa sottoporre la schiena ad un irrigidimento che, a sua volta, provoca una infiammazione dei muscoli e l’insorgere del dolore. Per conseguire tale risultato è importante che tali sedute siano largamente personalizzabili dal cliente, capaci di modificare l’altezza del sedile e la resistenza dello schienale. Ma non solo: la presenza di rotelle direzionali e la seduta orientabile facilitano i piccoli spostamenti, così come il supporto lombare, il poggiatesta o i braccioli alleggeriscono il lavoro muscolare, permettendo una maggiore concentrazione a chi occuperà la sedia.