Le sedie da ufficio sono delle particolari tipologie di sedute usate negli ambienti di lavoro, come ad esempio uffici o studi di vario tipo.

In commercio è possibile trovare diversi modelli di sedie da ufficio, ognuno con differenti caratteristiche a livello di funzionalità e aspetto estetico.

Tuttavia, tra le varie soluzioni, le due tipologie principali di sedie da ufficio sono le sedie operative e direzionali, due sedute in grado di garantire elevato comfort e funzionalità.

Ma, quali sono gli aspetti che differenziano queste due sedie da ufficio?

Scopriamolo insieme…

Sedia operativa

Le sedie operative sono delle sedute funzionali ed ergonomiche molto utilizzate all’interno degli ambienti di lavoro, ideate come sedute da scrivania, e adatte a tutti le persone che svolgono un lavoro datanti al computer.

Vengono realizzate principalmente con lo scopo di garantire comfort alla persona che le usa, in modo da non incorrere in problemi fisici, come ad esempio mal di schiena o dolori al collo.

Inoltre, possono essere rivestite di materiale traspirante, dotate o meno di braccioli, e devono avere uno schienale reclinabile, delle ruote e dare la possibilità di essere regolate in altezza.

Sedia direzionale

A differenza delle sedie operative, le sedie direzionali (o presidenziali) vengono realizzate con materiali molto più pregiati e definite con lavorazioni artigianali. Questo perché sono destinate ad arredi per uffici di grande eleganza e stile.

Vengono usate principalmente dalle persone con alti incarichi aziendali, e appaiono più come poltrone che come sedie, per via della loro morbidezza ed elevato volume.

Inoltre, presentano di solito ruote e braccioli, sono regolabili e vengono posizionate all’interno di uffici dove si ricevono clienti importanti.

Una sedia in grado di trasmettere prestigio e autorevolezza a colui che la utilizza.

Se desideri ricevere maggiori informazioni contattaci all’indirizzo email: info@gierresedute.it o al numero: 0429 690491.